STANZE

 
 
Queste Stanze sono arredate da contributi, discussioni, rilanci.
Il loro spazio ospita lettere di passaggio, voci scritte sui muri 
delle parole di cui sono fatte.

Pelgreffi, Slavoj Zižek

 

 

I. Pelgreffi, Slavoj Zižek, Orthotes, Napoli-Salerno 2014.

 

di Andrea Sartini

 

 

In che modo l'uomo si pone di fronte al vuoto? Poche domande come questa riescono a cogliere l'esigenza profonda che attraversa l'opera del filosofo Slavoj Zižek. La domanda è posta da Igor Pelgreffi intorno alla metà del suo piccolo e densissimo lavoro sul filosofo sloveno. In che senso questa domanda è a tutti gli effetti una domanda chiave? Una risposta può essere che la passività dell'uomo nel cedere al sistema ideazionale dominante iper-capitalista indica l'incapacità di quest'ultimo di sostenere questo vuoto.

 

Leggi tutto...

Sulle traduzioni di Weggebeizt di Paul Celan

 

Una lettura di

 Mario Ajazzi Mancini

 

 

WEGGEBEIZT vom

 Strahlenwind deiner Sprache

 das bunte Gerede des An-

 erlebten – das hundert-

 züngige Mein-

 gedicht, das Genicht.

 Aus-

 gewirbelt,

 frei

 der Weg durch den menschen-

 gestaltigen Schnee,

 den Büßerschnee, zu

 den gastlichen

 Gletscherstuben und –tischen.

 Tief

 in der Zeitenschrunde,

 beim

Leggi tutto...

Territori in esilio

 

Che cosa succede quando cambiamo territorio, volontariamente o meno? Che cosa succede quando ci troviamo immersi in un nuovo paese e in una nuova lingua? Come affrontiamo la tensione tra l’accoglienza da parte di qualcuno e la demonizzazione da parte di altri?

Leggi tutto...

Nelinistea. L'uomo parlante ed immortale

 

 

Il 6 giugno 2014 presso il Movimento di Psicanalisi Critica è stato ospite Giovanni Rotiroti con un intervento su Gherasim Luca ed Emil Cioran.

Leggi tutto...